17 DICEMBRE 2020 – 14.00-16.30 Webinar “Oltre la presa in carico delle patologie croniche: prospettive di sviluppo per il 2021”

Il lavoro delle cooperative dei medici di famiglia lombardi al servizio delle fasce più deboli della popolazione: piattaforme di Telemonitoraggio e Telemedicina, Centri servizi, Intelligenza artificiale.

In un contesto di importante e da più parti annunciata revisione della Legge 23 (la legge regionale che disegna il Sistema Sociosanitario Lombardo) i medici di famiglia organizzati in cooperativa hanno sentito la necessità di offrire, in un’ottica di sussidiarietà, un forte contributo alla ricostruzione della sanità territoriale lombarda.
Le cooperative dei medici di famiglia lombardi annoverano oltre 3000 soci, con una popolazione assistita di circa 4 milioni di cittadini.
Oltre alle attività previste dalla presa in carico dei malati cronici (300.000 pazienti nella nostra regione hanno un piano assistenziale individuale attivo sul Fascicolo Sanitario Elettronico con indicate terapie, esami diagnostici, visite specialistiche, vaccinazioni e notizie riguardanti dati di prevenzione assolutamente indispensabili per un progetto di vera presa in carico).
Nella drammatica crisi prodotta dalla pandemia da Coronavirus, con la necessità di monitorare a domicilio pazienti affetti da COVID19 ma anche pazienti fragili in assistenza domiciliare, le cooperative si sono dotate di piattaforme di telemonitoraggio che hanno permesso e tuttora permettono, grazie all’operatività dei loro Centri Servizi di monitorare a distanza centinaia di pazienti. Le piattaforme attualmente attive sono in grado di offrire attività di teleconsulto, televisita e telemedicina ormai indispensabili per potenziare le attività dei medici di famiglia nei territori, evitando ai malati di dover accedere alle strutture ospedaliere alleggerendole da attività assistenziali non appropriate, che spesso producono allungamento delle liste di attesa, intasamenti dei PS e ricoveri impropri.
Questo seminario ha l’obiettivo di raccontare le esperienze di questi anni per promuovere innovazione e azioni di miglioramento dell’assistenza territoriale in un momento di grandi cambiamenti.

 

Per iscriversi:

http://www.overgroup.eu/corsi-e-congressi/2020/oltre-la-presa-in-carico-delle-patologie-croniche-prospettive-di-sviluppo-per-il-2021/

10 e 11 dicembre: DIAGNOSI E GESTIONE DELLO SCOMPENSO CARDIO-VASCOLARE NELLE CURE PRIMARIE – 1° webinar regionale

Vi segnaliamo la prima data regionale del percorso formativo organizzato da METSI in merito alla diagnosi e alla gestione dello scompenso cardio-vascolare nelle cure primarie. I temi del primo evento saranno:

“Riconoscere l’insufficienza cardiaca e la ricerca di casi attivi” e “Ruolo degli stili di vita e impostazione terapeutica”

Sono previste due date alternative nelle giornate di giovedì 10 e venerdì 11 dicembre dalle ore 14.30 alle 17.00.

E’ possibile iscriversi al seguente link:

10 dicembre: https://www.fadmetis.it/course/view.php?id=281

11 dicembre: https://www.fadmetis.it/course/view.php?id=288

Alleghiamo locandine

BROCHURE_247-307898_LOMBARDIA 2
BROCHURE_247-307612_LOMBARDIA 1

SALUTE 4.0

MILANO – LOMBARDIA INFORMATICA

Via Taramelli, 26

10 – 11 GIUGNO 2019

La Regione Lombardia si colloca ai primi posti per l’eccellenza del servizio sanitario offerto in condizioni di sostenibilità economica ed innovazione organizzativa.

L’innovazione e la capacità di adeguarsi alle evoluzioni della medicina sono le azioni principali di un work in progress continuativo che colloca la sanità lombarda, come altre regioni del centro-nord, allo stesso livello delle sanità europee di riferimento.

Oltre alla rete ospedaliera a valenza nazionale ed internazionale, Regione Lombardia ha recentemente elaborato in accordo con i MMG e il servizio farmaceutico territoriale una riforma sulla presa in carico della cronicità con il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema compresi gli ospedali.

Tale modello si diversifica da quello Veneto, Emiliano e Toscano che partiti prima hanno integrato le varie realtà territoriali anche tramite l’utilizzo della tecnologia per una presa in carico collettiva
e sicura.

La sanità nazionale e in primis quella lombarda dovranno incorporare l’evoluzione biologica e tecnologica della medicina, a partire dall’ICT, il cloud e l’intelligenza artificiale, con soluzioni assistenziali all’avanguardia, con parchi e distretti tecnologici dedicati, quali Human Technopole ed il distretto di Mirandola e con crescenti start up che implementeranno offerte innovative volte a semplificare i percorsi di prevenzione e cura del cittadinopaziente.
Di tutto questo si parlerà alla due giorni dal titolo “Salute 4.0 – I Percorsi dell’Innovazione” organizzata da Motore Sanità il 10 e l’11 giugno 2019 a Milano.

Congresso regionale – 21, 22, 23 febbraio 2019

FIMMG LOMBARDIA – IL VALORE DELLA MEDICINA DI FAMIGLIA

FIDUCIA E PROSSIMITÀ
INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Il Congresso della Federazione regionale dei Medici di Famiglia della Lombardia vuole essere un momento di confronto su quello che è il Valore della Medicina generale, su quello che significa essere un Medico di Famiglia in Lombardia, rinforzando il senso di Appartenenza alla categoria. Il cambiamento che stiamo affrontando non è solo
strutturale ma anche, e soprattutto, di contenuti. La Medicina generale deve rispondere ai bisogni della popolazione che assiste, bisogni che non sono solo di salute, ma anche assistenziali e sociali e tutto ciò, con risorse economiche finite.

La popolazione affetta da una o più patologie croniche è più del 30% della popolazione lombarda e assorbe più del 70% delle risorse del Servizio Sanitario regionale. È necessario, quindi costruire “mulini a vento”, dotarsi di strumenti che permettano alla categoria di affrontare il cambiamento.

È importante che questi strumenti si integrino con quelli che, da sempre, sono le caratteristiche della Medicina di Famiglia: l’accesso all’assistenza, la centralità dell’assistito e della famiglia, la responsabilità dei professionisti, l’ampiezza delle prestazioni assicurate (promozione salute, prevenzione malattie, cura, riabilitazione, assistenza), la continuità delle prestazioni e del percorso dell’assistito tra i professionisti e nel tempo, la collaborazione nell’ambito del team professionale, con altri erogatori delle cure primarie e altri livelli di assistenza.

Il Congresso vuole essere, anche, un momento di confronto sul cambiamento generazionale e di genere della categoria, sui contenuti del Corso di Formazione Specifica in Medicina generale, sugli adempimenti che il Medico di Medicina generale deve attuare in tema di privacy e sulle coperture assicurative.

“Quando soffia il vento del Cambiamento,
alcuni costruiscono muri,
altri mulini a vento”
– Proverbio cinese